• Vendere Grazie al DigitaleVendere Grazie al Digitale
  • Webinar webinar
  • Aspetti Pratici dell'eCommerceAspetti Pratici dell'eCommerce
  • Formazione WebAgenciesFormazione WebAgencies
  • 6 passi da intraprendere dopo aver seguito un corso di ecommerce

    La formazione al digitale consente di colmare i gap di conoscenza e affacciarsi sui nuovi scenari di mercato con le competenze adeguate adeguate a utilizzare gli strumenti adeguati per aumentare il traffico ed incrementare le vendite sul proprio sito di e-commerce. Se la formazione è il primo importante passo per orientarsi all’interno di questo scenario con successo e raggiungere i propri obiettivi di business, da dove iniziare dopo aver seguito un corso di e-commerce?
    Di seguito una lista di step fondamentali da affrontare:
    1. Studiare lo scenario: osservare il comportamento della concorrenza sul web e sui social media, analizzare la reputazione della propria attività online e dei prodotti del settore di riferimento.
    Al fine di sviluppare e gestire una presenza e una reputazione online valide ed efficaci è importante studiare il comportamento dei propri competitor e degli utenti online: fare ricerche sui marketplace per analizzare la presenza della concorrenza e monitorare i forum e i siti di review dei prodotti del proprio settore conoscere le opinioni positive o negative degli utenti.
    2. Avviare una strategia SEO per farsi trovare dagli utenti, migliorando il ranking dell’azienda e dei prodotti  sulle pagine dei motori di ricerca.
    Utilizzare i servizi offerti da Google per iniziare una strategia SEO e aumentare il traffico dai motori di ricerca verso il proprio sito. Monitorare News Alert per seguire siti, blog e fonti di informazione sul web e analizzare come sono indicizzate dai motori di ricerca le parole chiave più rilevanti per il proprio settore e i siti della concorrenza. Utilizzare tool come Google Insights e Goolge Trends per scoprire le parole più cercate dagli utenti sui motori di ricerca. Iscriversi a Google Analytics per misurare i risultati della propria attività di SEO e il comportamento degli utenti sul sito di e-commerce.
    3. Estendere il proprio network sui social media.
    Aggiornare frequentemente i profili social con contenuti dedicati e rilevanti per gli utenti, rispondere alle domande dei clienti sulle pagine dell’azienda, seguire su Twitter account autorevoli nel proprio settore  e avviare campagne per aumentare il numero di fan su Facebook.
    4. Oltre ai contenuti, curare l’aspetto grafico del proprio portale di e-commerce.
    Verificare che la piattaforma di e-commerce sia user friendly e facilmente navigabile, per evitare l’abbandono del carrello da parte degli utenti. Accompagnare i prodotti con immagini di alta qualità, attraenti e che catturino l’attenzione degli utenti. Integrare il portale di e-commerce con i social network: inserire in ogni scheda dei social button che consentano agli utenti di condividere il prodotto con i contatti sui differenti social. Soprattutto Pinterest, la piattaforma di condivisione di immagini, ha grandi potenzialità di diffusione virale dei contenuti visivi, e genera più traffico per referral rispetto a social network come Google+, LinkedIn e Youtube.
    5. Valutare l’offerta dei prodotti.
    Selezionare i prodotti disponibili con attenzione, suddividerli in categorie e sezioni pertinenti a seconda delle aspettative degli utenti, stabilire dove e in quale momento proporre ulteriori prodotti all’interno del sito per aumentare la facilità di navigazione e le probabilità di cross-selling e up-selling.
    6. Diffondere la cultura digitale all’interno dell’azienda.
    Sostenere i dipendenti e la propria rete commerciale nell’usare gli strumenti digitali e i social network per trovare clienti e relazionarsi con essi.

    A cura di The Vortex

     

    Leave a Reply


    Ricevi informazioni

    Tieniti aggiornato iscrivendoti alla nostra newsletter